Tessolidale

tessolidale

tessolidale

Nell’anno 2015 l’Associazione TeSSo è risultata assegnataria di un contributo destinato esclusivamente all’acquisto di voucher per retribuire prestazioni di lavoro accessorio nell’ambito del progetto della Città di Torino finanziato dalla Compagnia di San Paolo denominato “Reciproca solidarietà e lavoro accessorio”, progetto che intendevasostenere i cittadini colpiti dalla crisi attraverso contributi a progetti promossi da enti senza fini di lucro che avessero come riferimento la cura della comunità.

Il progetto “TeSSolidale” nei primi mesi del 2016 ha dunque visto impegnati 4 cittadini disoccupati in 300 ore cadauno di attività di promozione della raccolta differenziata e di collaborazione attiva nel mantenere un decoroso stato di pulizia degli spazi pubblici della borgata, caratterizzati da incuria generalizzata ma anche, in particolare, da alcuni luoghi critici ove venivano spesso abbandonati rifiuti ingombranti e/o pericolosi.

LaStampa_t2_20160329_058I lavoratori hanno dunque svoltoattività di monitoraggio e pulizia, e si sono resi testimonial di un vero e proprio comportamento virtuoso, facendo leva sulla coscienza civica e sull’educazione ambientale e apportando un contributo concreto alla crescita della raccolta differenziata che in Borgata Tesso è -a nostro giudizio- ancora troppo poco efficace (nell’area delimitata dalle vie Orvieto, Stradella e Tesso, a fronte di una popolazione residente di circa 3.000 abitanti, si contano -ad esempio- pochi contenitori per differenziare il vetro e pochissimi per l’organico). Sono inoltre state previste, in maniera coordinata con i Tecnici della Circoscrizione 5, attività di piccola manutenzione degli arredi e delle attrezzature di uso pubblico (ad esempio, riposizionamento e riparazione di panchine, rimozione di scritte insudicianti dai caseggiati, riempimento di buche stradali, etc).

Sabato 30 aprile si svolgerà un evento dal titolo “Party in Quinta“, festa di conclusione del progetto, che riconsegnerà ai cittadini uno spazio più bello, pulito e fruibile, e che coinvolgerà i partecipanti in attività ludiche ed artistiche.

 

+ + + Seguici anche su Officine Brand + + +

Nati per leggere

pieg_storiepiccine16-page-001La lettura dei quotidiani oggi, in un buffo corto circuito, ci consiglia di leggere. Ed è quello che vogliamo fare anche noi, invitandovi a partecipare alle iniziative del progetto Storie Piccine, rassegna di letture ad alta voce di storie, fiabe, racconti e filastrocche, nei luoghi frequentati dai bambini piccoli e dalle loro famiglie.

ITER, istituzione della Città di Torino che si occupa della gestione delle attività educative e culturali rivolte all’infanzia e all’adolescenza, ne organizza dal 7 al 13 marzo 2016 l’undicesima edizione aderendo al progetto nazionale “Nati per Leggere”: laboratori di lettura, biblioteche civiche, nidi e scuole dell’infanzia, scuole primarie, nidi in famiglia, Bibliomouse – la biblioteca in ospedale dell’Ospedale Infantile Regina Margherita, reparti pediatrici e sale gioco dell’Ospedale Martini, consultori delle ASL, Casa del Teatro Ragazzi e Giovani, librerie “Amiche dei bambini e delle bambine”, Scuola Holden e studi pediatrici.

In particolare, vogliamo segnalarvi l’appuntamento presso la scuola dell’infanzia “Candido Viberti” di via Cambiano 10 martedì 8 marzo alle 17:00con lettura di storie, fiabe, racconti e filastrocche ad alta voce.

Le letture negli ambulatori pediatrici, nei consultori pediatrici e nelle librerie sono a cura dei laboratori di lettura e delle Biblioteche Civiche Torinesi. Le attività di lettura organizzate nei nidi e nelle scuole sono curate dagli educatori e dagli insegnanti.

Tutti gli appuntamenti sono gratuiti e aperti ai bambini e alle loro famiglie. Nelle scuole, nei nidi e nei micronidi familiari è gradita la prenotazione.

INFO:   011/01120870

 

+ + + Seguici anche su Officine Brand + + +