Lo Statuto

Estratto dello Statuto dell’Associazione TeSSo:

Scarica il documento completo

PREMESSA

Estratto da: AVVISO PUBBLICO PER LA PARTECIPAZIONE ALL’INCUBATORE DIFFUSO LOCALIZZATO IN BORGATA TESSO PER FAVORIRNE LO SVILUPPO ECONOMICO (in ottemperanza alla legge 266/97, al regolamento del D.M. 267/04; progetto previsto dalla deliberazione della giunta comunale n. mecc. 2005 10422/068 e dalla deliberazione della giunta comunale n. mecc. 2007 06018/068) – pubblicato il 7 gennaio 2008.

Il Settore Sviluppo Economico della Città di Torino ha da tempo assunto come obiettivo prioritario la realizzazione di azioni strategiche di programmazione di interventi per il rilancio socio-economico del territorio e di sostegno al sistema imprenditoriale, con particolare attenzione alla realtà delle micro e/o piccole imprese. Il Servizio Sviluppo Locale della Città è impegnato nella realizzazione di un progetto di sviluppo economico nel territorio di Borgata Tesso, denominato “FaciliTo”, che prevede una serie di attività e di azioni finalizzate a favorire l’incremento quantitativo e qualitativo delle attività imprenditoriali. FaciliTo si configura come un servizio di incubazione diffusa; si tratta di un nuovo modello di iniziativa a sostegno delle attività economiche che si sperimenta per la prima volta a Torino. La metodologia scelta dalla Città per la realizzazione del progetto si colloca nell’ambito della concertazione partecipata con ampio coinvolgimento del territorio. Il progetto FaciliTo è inserito in qualità di azione immateriale di sviluppo socio-economico nel Programma Integrato di Sviluppo Locale di Barriera di Milano. […] Alle imprese che partecipano al programma di sostegno previsto dal presente avviso pubblico è fatta richiesta di contestuale partecipazione all’associazione di promozione del territorio sostenuta e creata nell’ambito dello stesso progetto, e secondo le modalità di partecipazione previste dallo statuto dell’associazione medesima. L’associazione ha finalità prevalenti di sostegno allo sviluppo dell’area territoriale oggetto dell’intervento, in costante collegamento con le strutture istituzionali referenti, ma in autonomia dal punto di vista dell’auto-organizzazione. E’ aperta alla partecipazione degli abitanti del quartiere indipendentemente dalla loro occupazione o da altre caratteristiche. Deve riunirsi periodicamente in forma pubblica. Deve dotarsi di uno statuto e di una organizzazione formale e operativa (riconoscibilità giuridica). Le forme di tale organizzazione sono definite dai membri stessi all’atto della fondazione, e verificate con il Comune e la Circoscrizione 5 per la compatibilità con le finalità del progetto e le possibilità di usufruire del sostegno previsto.

ARTICOLO 1 – COSTITUZIONE E DENOMINAZIONE

In Torino, addì 29 gennaio 2008, è costituita nel rispetto del codice civile e della Legge n. 383 del 7 dicembre 2000 l’associazione di promozione sociale denominata “Associazione Trasformazione e Sviluppo Sociale”, altrimenti detta “Associazione TeSSo” e nel seguito denominata per brevità “Associazione”. L’Associazione ha sede in Torino.

L’Associazione è disciplinata dal presente Statuto e dagli eventuali regolamenti che, approvati secondo le norme statutarie, si rendessero necessari per meglio regolamentare specifici rapporti associativi o attività. L’Associazione è costituita nel rispetto delle norme della Costituzione Italiana, del Codice Civile e della legislazione vigente e si propone di contribuire alla realizzazione degli ideali prefissatisi nel rispetto della dignità umana e dei diritti dei cittadini.

L’Associazione è indipendente e non è collegata ad alcun partito politico, credo religioso o gruppo istituzionalmente rappresentato. Non ha fini di lucro neanche indiretto ed opera esclusivamente per fini di solidarietà sociale, riconosciuta nel suo valore dalla legislazione vigente.

ARTICOLO 2 – DURATA

Premesso che la necessità di istituire l’Associazione nasce dall’esigenza di creare un soggetto che si occupi della promozione del territorio di Borgata Tesso, nell’ottica di offrire un sostegno al rilancio ed allo sviluppo dell’area, così come previsto dal progetto “FaciliTo” promosso dal Settore Sviluppo Economico – Servizio Sviluppo Locale della Città di Torino nell’ambito del PISL (Programma Integrato di Sviluppo Locale) di Barriera di Milano, si stabilisce che l’Associazione ha durata illimitata e, attraverso l’assoluta gratuità delle prestazioni fornite dagli aderenti, salvo i casi previsti dalle leggi in vigore, si basa sulla democraticità della struttura; le cariche associative sono elettive e gratuite.

[…]

ARTICOLO 3 – FINALITA’

L’Associazione è aperta ai contributi operativi dei privati cittadini, in qualità di abitanti, residenti o proprietari di immobili della borgata, e delle attività commerciali, artigianali e professionali ivi localizzate, oltre che di comitati, enti, organizzazioni e associazioni che intendano contribuire concretamente al durevole rilancio e alla riqualificazione ambientale, culturale, economica e sociale della Borgata Tesso. L’area della borgata è individuata dalle vie Stradella, Orvieto e Tesso e, più precisamente, dalla perimetrazione del progetto “FaciliTo” sopra descritto.

L’Associazione ha come finalità principale il sostegno allo sviluppo dell’area territoriale e la tutela civica ed ambientale della borgata Tesso e si prefigge di migliorarne le condizioni di vita e di incentivarne gli aspetti economico-sociali con i seguenti obiettivi:

  • il miglioramento della vivibilità della borgata e della sua immagine, anche con proposte ai responsabili delle amministrazioni pubbliche;
  • l’analisi dei problemi della borgata, tesa ad individuare le soluzioni per il miglioramento della qualità della vita e il fattivo impegno al sostegno ed alla promozione di tali soluzioni volte a riavviare lo sviluppo dell’area, accompagnata dalla promozione di iniziative di studio, di dibattito e di socializzazione mirate allo sviluppo del territorio, con l’obiettivo di generare interesse e di riattivare l’attrattività della borgata evidenziandone le peculiarità;
  • la promozione ed il coordinamento di iniziative e contatti con enti pubblici e privati, atti a favorire il perseguimento dei propri scopi sociali;
  • l’organizzazione ed il sostegno culturale per la realizzazione di manifestazioni e di iniziative sociali, ambientali e interculturali, finalizzate alla coesione sociale e il coinvolgimento nelle attività dell’Associazione di tutte le nuove attività commerciali e professionali che si insedieranno nella borgata.

Per il perseguimento dei propri scopi l’Associazione potrà, tra l’altro:

  • diffondere ed informare con ogni mezzo, inclusa la realizzazione di un sito internet, la redazione o edizione di bollettini, riviste, libri o altri mezzi di comunicazione, la propria attività e le proprie iniziative;
  • raccogliere, conservare e mettere a disposizione documenti, libri, riviste e altri mezzi di informazione, svolgere servizi di ricerca, di progetto, di sperimentazione e informazione anche insieme ad altre organizzazioni o enti;
  • organizzare e promuovere studi, convegni, seminari, incontri e dibattiti anche mediante sostegni finanziari sia diretti che indiretti;
  • dar vita, collaborare o partecipare ad iniziative di natura culturale e sociale coerenti con gli scopi dell’Associazione anche attraverso collegamenti con altri movimenti, gruppi e individui che si ispirino agli stessi suoi fini e, in particolare, attuare una collaborazione con gli enti locali, anche attraverso la stipulazione di apposite convenzioni o contratti di qualsiasi tipologia;
  • esercitare ogni altra attività che sia ritenuta utile al perseguimento delle finalità sociali, come ad esempio promuovere, incoraggiare, appoggiare ed organizzare attività ricreative come festeggiamenti, spettacoli, fiere, mercatini e iniziative in genere.

[…]

ARTICOLO 4 – SOCI

Possono far parte dell’Associazione in numero illimitato tutti coloro che si riconoscono nello Statuto ed intendono collaborare per il raggiungimento dello scopo Sociale.

[…]

I Soci si dividono in Ordinari, Sostenitori e Fondatori:

  • Soci Ordinari: persone o enti che si impegnano a pagare per tutta la permanenza del vincolo associativo la quota minima stabilita dal Consiglio Direttivo;
  • Soci Sostenitori: persone o enti che si impegnano a pagare per tutta la permanenza del vincolo associativo la quota standard stabilita dal Consiglio Direttivo o un importo superiore;
  • Soci Fondatori: persone o enti che abbiano contribuito in maniera determinante, con la loro opera e il loro sostegno ideale o economico, alla costituzione dell’Associazione e che si impegnano a pagare per tutta la permanenza del vincolo associativo la quota standard stabilita dal Consiglio Direttivo o un importo superiore.
ARTICOLO 5 – DIRITTI DEI SOCI

I Soci aderenti all’Associazione hanno diritto di eleggere gli organi sociali e di essere eletti negli stessi. Tutti i Soci hanno i diritti di informazione e di controllo stabiliti dalle leggi e dal presente Statuto.

Il Socio non potrà in alcun modo essere retribuito per le attività svolte in ambito non professionale, ma avrà diritto al solo rimborso delle spese effettivamente sostenute per l’attività prestata: l’Associazione si avvale infatti in modo prevalente di attività prestata in forma volontaria e gratuita dai propri associati.

Tutti i Soci hanno diritto di accesso a documenti, delibere, bilanci, rendiconti e registri dell’Associazione.

ARTICOLO 6 – DOVERI DEI SOCI

Gli aderenti offriranno il loro contributo al raggiungimento degli scopi dell’Associazione in modo personale, volontario e gratuito senza fini di lucro, in ragione delle esigenze e disponibilità personali dichiarate; si impegnano inoltre al versamento regolare della quota annuale decisa in sede di Consiglio Direttivo.

Il comportamento del Socio verso gli altri aderenti ed all’esterno dell’Associazione deve essere animato da spirito di solidarietà ed attuato con correttezza, buona fede, onestà, probità e rigore morale, nel rispetto del presente Statuto e delle linee programmatiche emanate.

ARTICOLO 7 – ORGANI SOCIALI

Sono organi dell’Associazione:

  • l’Assemblea dei Soci;
  • il Presidente dell’Associazione;
  • il Consiglio Direttivo.

Tutte le cariche sociali sono assunte e assolte a totale titolo gratuito, è ammesso il solo rimborso delle spese documentate.

ARTICOLO 8 – ASSEMBLEA DEI SOCI

L’Assemblea dei Soci è organo sovrano dell’Associazione. L’Assemblea è composta dalla totalità dei Soci ed è presieduta dal Presidente dell’Associazione o, in sua assenza, dal Vice-Presidente.

L’Assemblea regolarmente costituita rappresenta l’universalità degli associati, e le sue deliberazioni, prese in conformità alla Legge ed al presente Statuto, devono essere osservate da tutti gli associati.

Hanno diritto di partecipare alle assemblee, di votare e di essere eletti, tutti i Soci iscritti, purché in regola con il pagamento della quota dovuta.

[…]

ARTICOLO 15 – MEZZI FINANZIARI

Le entrate dell’Associazione sono costituite da:

  • contributi di enti, società o privati esterni all’Associazione;
  • contributi volontari e quote versate dai Soci nella misura decisa annualmente dal Consiglio Direttivo e ratificata dall’Assemblea;
  • contributi, donazioni, lasciti in denaro o in natura provenienti da persone e/o enti le cui finalità non siano in contrasto con gli scopi sociali; il Consiglio Direttivo potrà rifiutare qualsiasi donazione che sia tesa a condizionare in qualsivoglia maniera l’Associazione;
  • proventi derivanti da attività commerciali e produttive marginali dell’Associazione;
  • proventi delle cessioni di beni e servizi agli associati e a terzi;
  • residui attivi derivanti da manifestazioni o sponsorizzazioni;
  • qualsivoglia cespite pervenuto all’Associazione mortis causa.

Tutte le entrate concorrono a formare il Fondo Comune. L’elenco dei beni mobili di proprietà dell’Associazione deve essere trascritto in apposito Registro inventari.

I fondi dell’Associazione non potranno essere investiti in forme che prevedano la corresponsione di un interesse. Ogni mezzo che non sia in contrasto con le leggi dello Stato Italiano potrà essere utilizzato per appoggiare e sostenere i finanziamenti all’Associazione e arricchire il suo patrimonio.

L’amministrazione delle entrate per il conseguimento degli scopi sociali è affidata dal Consiglio Direttivo al Presidente ed al Tesoriere.

Essi rispondono dell’amministrazione all’Assemblea dei Soci; nessuna spesa può essere sostenuta se non in stretta correlazione con gli scopi sociali. Ai Soci compete esclusivamente il rimborso delle spese sostenute per conto dell’Associazione, debitamente motivate e regolarmente documentate. Tutte le attività svolte dai Soci in forma non professionale, essendo a carattere volontario, sono a titolo gratuito.

[…]

ARTICOLO 18 – NORME DI LEGGE

Per quanto non espressamente disposto nel presente Statuto si fa richiamo al Codice Civile ed alla legislazione vigente in materia.

Scarica il documento completo